Serata di solidarietà il 16 dicembre

cena solidarietà

Annunci

Gli istituti di Ricerca del Distretto a favore delle aziende alluvionate

Dopo le alluvioni che hanno pesantemente colpito il settore florovivaistico, gli istituti ricerca pubblica non sono rimasti insensibili e si sono subito messi a disposizione delle aziende colpite.

I tecnici del CeRSAA di Albenga si sono subito attivati in prima persona per fornire a favore delle aziende alluvionate assistenza gratuita nella diagnostica fitopatologica e nella valutazione danni; inoltre fornirà consulenza gratuita sui risultati delle analisi chimiche.
L’Istituto Regionale per la Floricoltura ha deciso di rinunciare alle royalties sulle varietà di proprietà dell’Istituto per le annualità 2014-2015, abbattendo in questo modo del 10 % i costi diretti per i produttori.
Il CRA FSO di Sanremo si è reso disponibile dare supporto per taleaggio eriproduzione di materiale di propagazione, per consulenze agronomiche sulle aromatiche e sopralluoghi.

Queste disponibilità sono salutate e ringraziate con grande soddisfazione dal Distretto Florovivaistico: è un ottimo segnale che la ricerca pubblica, pur in difficoltà per i noti problemi di fondi e finanziamento, si metta a disposizione della parte di filiera più colpita dalle recenti alluvioni.
“Un grazie enorme a CeRSAA, IRF e CRA-FSO: la solidarietà interna al settore florovivaistico siamo convinti aiuterà e incoraggerà i produttori colpiti” ha dichiarato il Presidente Luca De Michelis “saranno comunque necessari interventi pubblici significativi, basati sui dati reali e precisi dei danni.”

Solidarietà a Genova

il Distretto esprime tutta la sua solidarietà agli operatori florovivaistici e alle comunità del Genovese fortemente colpite in questi giorni da alluvioni e maltempo.
In tutta la Liguria deve radicarsi la cultura della cura del territorio e della sua manutenzione, e anche il nostro settore deve essere messo in condizione di poter fare la sua parte.

Il Presidente Luca De Michelis

Agricoltura in Piazza 2014

Grande successo allo stand del Distretto ad Agricoltura in Piazza a Genova dal 26 al 28 settembre nella splendida cornice del Porto Antico di Genova.

Una vera e propria rappresentazione del florovivaismo del Ponente ligure. Accanto agli splendidi prodotti tipici in esposizione (fiori, fronde, piante grasse, aromatiche e fiorite) si sono affiancate esposizioni ed exhibit di alcune delle attività sperimentali (specie riguardanti nuove varietà, tecniche per l’ecosostenibilità e colture in vitro), oltre ad attività più interattive col pubblico come le dimostrazioni di composizione floreale a cura dei floral designer Francesco Bannini e Alexandra Petrova del Sanremo Italian Style e i laboratori interattivi “Pianta la Pianta” e “i 5 sensi e le aromatiche” offerti da AEFFE Floricoltura.

2014-09-26 14.55.29 2014-09-26 16.36.43 2014-09-26 16.36.59 2014-09-26 21.08.34 2014-09-27 17.05.18 2014-09-28 17.30.02 2014-09-28 17.30.17 2014-09-28 17.30.33 2014-09-28 17.30.36 2014-09-28 17.30.42

Varie migliaia di persone hanno visitato lo stand e abbiamo orgogliosamente consegnato a oltre 600 bambini l’Attestato di Eccellenza per aver partecipato ai nostri laboratori interattivi.

Ringraziamo per il supporto dato al nostro stand gli istituti di ricerca (CRA – FSO Sanremo, CERSAA Albenga, IRF Sanremo), FLORAS, Mercato dei Fiori di Sanremo – AMAIE Energia, AEFFE FLORICOLTURA SRL, VigorPlant Albenga, oltre agli organizzatori – Regione, Unioncamere, CCIAA Genova, Comune di Genova e Porto Antico.

Un ringraziamento particolare va inoltre espresso a Enrico Sparago, Francesco Fazio e Claudia Murachelli per la straordinaria disponibilità dimostrata.

Quest’azione è da inserire ovviamente nel quadro complessivo della promozione dei prodotti del florovivaismo ligure coordinata dal Distreto. Un settore che rappresenta in valore, occupati e numero di aziende oltre i due terzi dell’agricoltura regionale ha bisogno di un’azione di regia e di coordinamento, della quale il Distretto si farà carico.

Incontro con Frank Zeiler al CeRSAA 15 luglio 2014 ore 17.30

Il Distretto Agricolo Florovivaistico del Ponente ha tra i suoi scopi far conoscere alla filiera le evoluzioni del mercato florovivaistaico presso i mercati principali dei nostri prodotti.

In tale ottica è stato organizzato congiuntamente con il CSF un incontro specificamente destinato a conoscere le tendenze future delle piante in vaso presso il mercato tedesco,.

Relatore principale di questo incontro sarà Frank Zeiler, direttore commerciale BGI (sindacato grossisti e importatori florovivaistici tedeschi).

L’incontro si svolgerà martedì 15 luglio alle ore 17.30 presso il CeRSAA di Albenga.

Piante e fiori del Ponente protagonisti al Vinitaly

Piante e fiori del Ponente protagonisti al Vinitaly – il gioco di squadra porta sempre buoni risultati
L’eccellenza della produzione vivaistica del Ponente ligure ha affascinato i visitatori del Vinitaly di Verona, facendo risaltare per creatività e qualità lo spazio del Ministero delle Politiche Agricole.
 
 
Il Distretto Florovivaistico del Ponente ha provveduto quest’anno ad organizzare le decorazioni floreali e l’allestimento per lo stand del Ministero dell’Agricoltura di Vinitaly 2014. E’ stata un’importante opportunità per riportare l’attenzione delle istituzioni nazionali sulle eccellenze del florovivaismo del Ponente Ligure. L’intera filiera sanremese e ingauna nel suo complesso (servizi, produzione, cooperazione, commercializzazione) ha reso possibile per la prima volta una spedizione partecipata da tutti.
 
Lo stand ministeriale è stato il fulcro di molte attività e convegni, tra cui talk show in diretta tv con Ministri come Angelino Alfano e Maurizio Martina, Il presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo Paolo De Castro, magistrati come Giancarlo Caselli, imprenditori come Oscar Farinetti e giornalisti come Bruno Vespa, oltre a molti importanti eventi più direttamente incentrati al mondo professionale vitivinicolo. Le opportunità di EXPO 2015 sono state tra le tematiche più dibattute.
 
Esprime soddisfazione il Presidente del Distretto Luca De Michelis“Dobbiamo mantenere alta l’attenzione sui nostri fantastici prodotti: piante e fiori del Ponente devono essere promossi adeguatamente in questa e altre manifestazioni. Era opportuno e necessario esserci per dare la giusta dignità alle nostre produzioni e abbiamo centrato l’obiettivo di far conoscere la qualità delle nostre produzioni. Avere i nostri prodotti al centro del più importante evento agricolo italiano contribuisce a dar loro adeguata rilevanza, affinchè nascano nuove possibilità per la promozione della filiera del Distretto, perchè non abbiamo certo intenzione di fermarci qui. Un grazie particolare per la riuscita di quest’evento va a Lino Bloise ”.
 
“In vista di EXPO 2015, che avrà “nutriamo il mondo” come tema – dichiara Mariangela Cattaneo, vicepresidente del Distretto – noi candidiamo le piante aromatiche di Albenga, il reciso sanremese e le piante grasse ponentine ad un ruolo da protagonisti in quanto eccellenze agricole italiane. “Made in Italy” vuol dire, oltre a enogastronomia e design,  soprattutto gusto del bello, e noi sappiamo che non c’è niente di più bello dei nostri fiori. Le nostre produzioni devono quindi essere promosse altrettanto che i nostri vini, i nostri formaggi e le mille altre tipicità agricole che fanno sognare l’Italia in tutto il mondo.”
 
L’intero stand del Ministero è stato decorato con i principali prodotti tipici del Ponente ligure, tra cui:
anemoni, aromatiche in vaso, calle, ederina, garofani, gelsomino, ginestra, girasoli, medeola, philodendro, phormium, photinia, ranuncoli, ruscus, strelizie, succulente in vaso, viburno bacche, viburno opolus.
 

Rinnovati gli organi, De Michelis nuovo presidente

Lunedì 24 febbraio si è svolta la prima riunione del rinnovato Comitato del Distretto Agricolo Florovivaistico del Ponente. E’ stato eletto Presidente Luca De Michelis, titolare dell’azienda agricola “Prato del Vescovo” di Albenga specializzata in piante in vaso.

Nel corso della stessa riunione sono stati inoltre eletti il vicepresidente Mariangela Cattaneo e i componenti del direttivo Fiorenzo Gimelli, Francesca Bruzzone, Giovanni Minuto, Mario Cimino e Sergio Viglietti.

Appena eletto, il nuovo direttivo ha subito preso i primi provvedimenti per portare avanti le prime pratiche. Nel dettaglio, si è trattato di portare avanti la richiesta per l’autorizzazione all’utilizzo nel settore floricolo di un geodisinfettante autorizzato su altre colture (la cloropicrina) e la prosecuzione dell’attività dell’Osservatorio Economico del Centro Servizi per la Floricoltura. “Lavoreremo tutti assieme come un’unica squadra – ha dichiarato il neopresidente De Michelis – La nostra filiera ha bisogno di unità sia tra i diversi settori, ricerca, produzione e commercio, sia tra le differenti sigle.”